AFFITTOPOLI CIRCOLI POSILLIPO E TENNIS 

CIRCOLI POSILLIPO E TENNIS

Ancora una volta il nome Alfredo Romeo è stato utile al circuito mediatico per dare risalto a vicende che, non riguardano in alcun modo le aziende del Gruppo Romeo, ed in particolare la Romeo Gestioni.

Nel caso affittopoli sui circoli Posillipo e Tennis, Alfredo Romeo darà tutti gli elementi utili e necessari a fare chiarezza.

La Romeo Gestioni non gestisce più il patrimonio immobiliare del Comune di Napoli sin dal Dicembre 2012, ed è totalmente estranea ai fatti.

E’ stato ad arte montato un “caso mediatico” senza prima informarsi del fatto sostanziale che la Romeo Gestioni non aveva più la gestione dei circoli posillipo e Tennis.

Il presunto danno erariale creato nelle casse del Comune di Napoli, va ricercato in altre sedi.

Alfredo Romeo – Nella vicenda “Affittopoli” non c’entra nulla.

E ancora una volta la Romeo gestioni deve rassegnarsi ad essere utilizzata come gli unica possibile artefice di tutti i mali del mondo, che si tratti della gestione (non più operativa dal Dicembre 2012) del patrimonio immobiliare del Comune di Napoli, o che si tratti magari del tempo, che ci sia il solleone o che piova.

Viene ancora una volta avvalorato uno dei più antichi adagi popolari sulle colpe da assegnare per forza a qualcuno, “Piove governo ladro”, possa essere parafrasato con un po di autoironia in “Piove governo Romeo”.

La posizione dell’avv. Alfredo Romeo, in relazione ad articoli di stampa di questi giorni che hanno per oggetto un presunto danno erariale causato dal Circolo Posillipo e dal Tennis club, è molto chiara e non gli si può attribuire nessuna colpa in quanto non era la Romeo Gestioni a gestire i Circoli di Napoli già dal 2012 e i fatti di cui lo si accusa, sono avvenuti dopo.

Si riporta di seguito l’articolo del Corriere del Mezzogiorno.

 

affittopoli Alfredo Romeo

+39 06 3287 6111

 

settore di interesse

gestione patrimoni immobiliari
servizi immobiliari
Hotel & wellness

Powered by Diginame

Pin It on Pinterest

Shares
Share This